Reddito di emergenza (REM): domande fino al 15 ottobre

Il Reddito di emergenza 2020 spetta a tutti i lavoratori che non sono coperti dagli ammortizzatori sociali e dagli attuali bonus previsti per far fronte all’emergenza Coronavirus.

L’art. 23 del decreto n. 104, cosiddetto Decreto Agosto, ha previsto una ulteriore quota di reddito di Emergenza compresa fra i 400 e gli 800 euro (elevabili a 840 euro in presenza di disabili gravi o non autosufficienti), in base al reddito e alla composizione del nucleo familiare.

I nuclei familiari devono essere in possesso cumulativamente dei seguenti requisiti:

  • la residenza in Italia;
  • un valore ISEE inferiore ai 15.000 euro (50&PiùCaf è a disposizione per la compilazione della Dichiarazione ISEE);
  • un reddito familiare nel mese di maggio 2020 inferiore all’importo della mensilità di REM spettante, secondo i parametri fissati dal decreto Rilancio n. 34/2020;
  • un patrimonio mobiliare familiare nel 2018 inferiore a 10.000 euro aumentati di 5 mila euro per ogni componente familiare successivo al primo, fino ad un massimo di 20.000 euro (sono previsti ulteriori 5.000 euro se un componente del nucleo è in condizione di disabilità grave o di non autosufficienza).
  • assenza nel nucleo familiare di componenti che percepiscono o hanno percepito una delle indennità di cui agli articoli 10 e 11 del presente decreto;

La domanda per l’ulteriore quota di reddito di emergenza deve essere presentata entro il 15 ottobre 2020.

<<<Il Patronato 50&PiùEnasco a disposizione per tutte le informazioni sui requisiti collegati al REM e per l’inoltro della domanda<<<