Chi siamo

La Confcommercio Ascom Saronno è un organismo sindacale di rappresentanza e coordinamento delle Imprese, delle Attività Professionali e dei Lavoratori Autonomi.
Per numero di associati, rilievo dei settori organizzati e ampiezza dei servizi forniti ai soci, è una organizzazione estremamente rappresentativa in un territorio che comprende i comuni di Saronno, Caronno Pertusella, Cislago, Gerenzano, Uboldo e Origgio.

La storia

L’Associazione Commercianti Saronno (oggi conosciuta come Confcommercio Ascom Saronno) è stata fondata nel 1945.

Primo presidente eletto fu Pietro Caspani che per 20 anni, in momenti politicamente ed economicamente molto delicati, guidò l’Associazione con grande impegno e dedizione. caratterizzando la sua presidenza con una sempre maggiore adesione di soci.

Giovanni Dedò raccolse l’eredità di Caspani stilando il primo Statuto dell’Associazione. Egli ebbe il merito di consociare i commercianti dettaglianti (ricordiamo la COM.SA S.p.a.).

Gli subentrò Giovanni Aceti che iniziò il processo di ammodernamento e ampliamento delle strutture, con l’acquisizione di una nuova e più funzionale sede a Saronno in via Manzoni, al civico 35.

L’entusiasmo di Vincenzo Iemmallo servì ad apportare sostanziali ed importanti modifiche allo Statuto, adattandolo alle nuove esigenze del mondo distributivo. Iemmallo si affermò, tra l’altro, in ambito provinciale e nazionale assumendo cariche di rilievo.

Entrò poi in reggenza Achille Farina che interpretando al meglio lo spirito dei suoi predecessori, innovò ulteriormente la struttura organizzativa, grazie all’apporto delle nuove tecnologie. Sotto la sua presidenza l’Associazione ebbe una grande espansione raggiungendo un numero davvero considerevole di oltre 1500 Soci. Achille Farina si occupò altresì del potenziamento del settore sindacale che, ancora oggi, ha come finalità la ricerca e la tutela degli interessi degli associati seguendoli in tutta la loro fase evolutiva.

In tempi più recenti si è ravvisata la necessità di creare una società di servizi avente l’obiettivo di soddisfare le considerevoli richieste provenienti dalla base associativa. Nell’ottobre del 1997 è stata, infatti, fondata l’Ascom Servizi Saronno S.r.l., la società di servizi creata con l’intento di creare un sistema di servizi completo ed efficiente per le delle imprese.

Nel maggio del 2007 alla carica di presidente viene eletto Antonio Renoldi, coadiuvante del padre Francesco, nell’attività di commercio all’ingrosso e al dettaglio di vini in Saronno poi titolare in proprio dal 1975

Nel maggio 2018 è stato eletto all’unanimità dal Consiglio Direttivo Bruno Guffanti, commerciante saronnese nel settore dell’abbigliamento. Guffanti milita nella Confcommercio da oltre 10 anni come Consigliere ma anche in qualità di componente del Distretto Urbano del Commercio di Saronno e Fiduciario provinciale del Sindacato di Federmoda.

Il 10 settembre 2019 la nomina è arrivata all’unanimità dal Consiglio Direttivo ad Andrea Busnelli, nuovo Presidente di Confcommercio Ascom Saronno. Classe 1983, è socio con i due fratelli di uno dei panifici storici di Saronno (dal 1972 su territorio grazie ai genitori che hanno avviato l’attività). Ha ricoperto più ruoli in Confcommercio Ascom Saronno, così come in Confcommercio in ambito provinciale.

A livello locale, componente del Consiglio Direttivo di Ascom Saronno dal 2012 di cui è stato Vicepresidente dal 27 giugno 2013, con incarichi di rappresentanza istituzionale con enti e pubbliche amministrazioni (Comuni di Caronno Pertusella, Cislago, Gerenzano, Origgio e Uboldo); membro della Giunta Esecutiva; componente del tavolo tecnico operativo del Distretto del Commercio di Saronno; componente del Consiglio Direttivo del Duc di Saronno dal momento della sua costituzione (2014 sino al 2018); componente dell’Assemblea del Did Antiche Brughiere dalla sua costituzione nel 2019; componente del Cda della società di servizi di Confcommercio Ascom Saronno A livello provinciale, componente dal 2013 dell’Assemblea Generale Confcommercio Uniascom Varese; Vicepresidente del Consiglio di Gestione di AscomFidi Varese dal 2019.

CONFCOMMERCIO ASCOM SARONNO
(solo su appuntamento)

Da lunedì a giovedì dalle 08.30 alle 14.30
Venerdì dalle 08.30 alle 12.30
Tel. (+39) 02.96702728

Mail:
info@confcommerciosaronno.it
amministrazione@confcommerciosaronno.it
formazione@confcommerciosaronno.it
soci@confcommerciosaronno.it

Ufficio Patronato 50&PIU’ Enasco
(solo su appuntamento)
Tel. (+39) 02.83987817
a.maggio@enasco.it

CCIAA Sportello Digitale
(solo su appuntamento)
Lunedì, mercoledì e venerdì
dalle 09.00 alle 12.00

La storia

L’Associazione Commercianti Saronno (oggi conosciuta come Confcommercio Ascom Saronno) è stata fondata nel 1945.

Primo presidente eletto fu Pietro Caspani che per 20 anni, in momenti politicamente ed economicamente molto delicati, guidò l’Associazione con grande impegno e dedizione. caratterizzando la sua presidenza con una sempre maggiore adesione di soci.

Giovanni Dedò raccolse l’eredità di Caspani stilando il primo Statuto dell’Associazione. Egli ebbe il merito di consociare i commercianti dettaglianti (ricordiamo la COM.SA S.p.a.).

Gli subentrò Giovanni Aceti che iniziò il processo di ammodernamento e ampliamento delle strutture, con l’acquisizione di una nuova e più funzionale sede a Saronno in via Manzoni, al civico 35.

L’entusiasmo di Vincenzo Iemmallo servì ad apportare sostanziali ed importanti modifiche allo Statuto, adattandolo alle nuove esigenze del mondo distributivo. Iemmallo si affermò, tra l’altro, in ambito provinciale e nazionale assumendo cariche di rilievo.

Entrò poi in reggenza Achille Farina che interpretando al meglio lo spirito dei suoi predecessori, innovò ulteriormente la struttura organizzativa, grazie all’apporto delle nuove tecnologie. Sotto la sua presidenza l’Associazione ebbe una grande espansione raggiungendo un numero davvero considerevole di oltre 1500 Soci. Achille Farina si occupò altresì del potenziamento del settore sindacale che, ancora oggi, ha come finalità la ricerca e la tutela degli interessi degli associati seguendoli in tutta la loro fase evolutiva.

In tempi più recenti si è ravvisata la necessità di creare una società di servizi avente l’obiettivo di soddisfare le considerevoli richieste provenienti dalla base associativa. Nell’ottobre del 1997 è stata, infatti, fondata l’Ascom Servizi Saronno S.r.l., la società di servizi creata con l’intento di creare un sistema di servizi completo ed efficiente per le delle imprese.

Nel maggio del 2007 alla carica di presidente viene eletto Antonio Renoldi, coadiuvante del padre Francesco, nell’attività di commercio all’ingrosso e al dettaglio di vini in Saronno poi titolare in proprio dal 1975

Nel maggio 2018 è stato eletto all’unanimità dal Consiglio Direttivo Bruno Guffanti, commerciante saronnese nel settore dell’abbigliamento. Guffanti milita nella Confcommercio da oltre 10 anni come Consigliere ma anche in qualità di componente del Distretto Urbano del Commercio di Saronno e Fiduciario provinciale del Sindacato di Federmoda.

Il 10 settembre 2019 la nomina è arrivata all’unanimità dal Consiglio Direttivo ad Andrea Busnelli, nuovo Presidente di Confcommercio Ascom Saronno. Classe 1983, è socio con i due fratelli di uno dei panifici storici di Saronno (dal 1972 su territorio grazie ai genitori che hanno avviato l’attività). Ha ricoperto più ruoli in Confcommercio Ascom Saronno, così come in Confcommercio in ambito provinciale.

A livello locale, componente del Consiglio Direttivo di Ascom Saronno dal 2012 di cui è stato Vicepresidente dal 27 giugno 2013, con incarichi di rappresentanza istituzionale con enti e pubbliche amministrazioni (Comuni di Caronno Pertusella, Cislago, Gerenzano, Origgio e Uboldo); membro della Giunta Esecutiva; componente del tavolo tecnico operativo del Distretto del Commercio di Saronno; componente del Consiglio Direttivo del Duc di Saronno dal momento della sua costituzione (2014 sino al 2018); componente dell’Assemblea del Did Antiche Brughiere dalla sua costituzione nel 2019; componente del Cda della società di servizi di Confcommercio Ascom Saronno A livello provinciale, componente dal 2013 dell’Assemblea Generale Confcommercio Uniascom Varese; Vicepresidente del Consiglio di Gestione di AscomFidi Varese dal 2019.

Busnelli proseguirà nel solco tracciato dall’ex Presidente, portando avanti “la linea condivisa e pianificata nell’ultimo anno e mezzo”. Un lavoro di squadra, in piena sintonia e con il supporto del Consiglio Direttivo e della Giunta Esecutiva dell’Associazione. Fondamentale e centrale continuerà ad essere il ruolo dei due Distretti: il Did delle Antiche Brughiere (che comprende i comuni di Caronno Pertusella, Cislago, Origgio, Gerenzano e Uboldo) e il Duc di Saronno. “Di entrambi”, sottolinea il neo numero uno di Ascom, “deteniamo la presidenza e la segreteria. Due ruoli chiave soprattutto a tutela dei nostri commercianti, per i quali e con i quali pianificheremo iniziative e strategie di rilancio per rimanere sempre al passo con l’evoluzione del mercato”. Un percorso all’interno del quale era e resta fondamentale la collaborazione con le amministrazioni comunali, “cui va sin d’ora il mio ringraziamento”.

Formazione e accesso del credito sono invece i campi che Busnelli intende rafforzare e potenziare. “Si tratta”, spiega il Presidente, “di aspetti fondamentali del commercio di oggi: uno per crescere ed adeguarsi ai tempi (la formazione) e l’altro (il credito) per sostenere le nostre attività grazie anche al supporto della nostra cooperativa di garanzia, Ascomfidi”.

Oggi Confcommercio Ascom Saronno ha sede in Via Ferrari al civico 9 a Saronno ed è costantemente impegnata nel faticoso cammino a tutela dei diritti dei propri associati. La forza dell’Associazione è la conseguenza diretta dell’impegno e del lavoro che i Dirigenti svolgono con volontà e dedizione a favore della categoria commerciale. Questa forza ha permesso all’Associazione di assumere un importante ruolo di interlocutrice in un settore estremamente importante del panorama provinciale.

“La storia, l’impegno e la perseveranza di ogni Associazione della nostra provincia è un piccolo mondo complesso e affascinante.
Un mondo che, con discrezione, contribuisce al rafforzamento del tessuto economico italiano.”